Sempre connesso, TIM come Vodafone fa pagare quanso si esaurisce il credito

TIM Sempre connesso

Si chiama Sempre Connesso, il nuovo servizio che TIM introdurrà per i clienti privati ricaricabili a partire dal prossimo 28 aprile 2019. Un servizio molto simile a quello di Vodafone che in pratica introduce un costo per coloro che restano senza credito con la possibilità di continuare ad utilizzare i servizi per almeno 48 ore.

Con la nuova modalitàm infatti, i clienti che hanno esaurito il credito residuo non saranno più bloccati al traffico uscente, ma avranno la possibilità di continuare ad effettuare traffico voce, SMS e Internet in Italia e nei Paesi UE, senza limiti fino a un massimo di 2 giorni consecutivi, al costo di 0,90 euro/giorno.

Il costo sarà addebitato, alla prima ricarica effettuata, solo in caso di utilizzo. Al termine dei 2 giorni, in caso di mancata ricarica, la TIM card rimarrà attiva solo per ricevere chiamate o SMS e per effettuare chiamate di emergenza.  

I Clienti che utilizzano il servizio TIM Ricarica Automatica non esauriscono il credito e, quindi, non avranno necessità di usare la nuova modalità ‘Sempre Connesso’. I Clienti TIM interessati da tali novità saranno informati con una campagna comunicazionale mirata tramite:

  • SMS con invii effettuati a partire dal 15 marzo 2019;
  • IVR dedicato con la predisposizione del numero gratuito 409168;
  • WEB tramite un’informativa pubblicata nella pagina “Per i Consumatori – comunicazioni importanti”, cliccando nella sezione mobile “News e Modifiche contrattuali”;
  • Servizio Clienti 119 in cui gli addetti alla risposta sono a disposizione per fornire tutte le informazioni di dettaglio.

Qualora i Clienti interessati non intendessero accettare le variazioni sopra descritte, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il giorno antecedente la data di avvio della modifica contrattuale, comunicata nel testo SMS inviato al cliente con almeno 30 giorni di preavviso, secondo le modalità di seguito indicate.

Che ne pensate di questa novità? Può essere utile oppure è solo l’ennesimo tentativo per far cassa da parte degli operatori telefonici?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.