Chi vuol fermare Iliad? Ecco gli altri Comuni che bloccano le antenne

Magari non saranno di certo questi Comuni italiani a fermare la crescita e lo sviluppo di Iliad ma di certo rallenteranno molto il lavoro di sviluppo della rete cellulare da parte dell’operatore telefonico che ha tanto investito nell’implementazione di una propria rete cellulare a beneficio dei clienti.

Antenne Iliad

Intanto stanno aumentando i Comuni che bloccano Iliad nell’installazione di nuove antenne e questo comunque andrà a sfavore degli utenti e tutti giustificano questi blocco con la scusa del paesaggio o dell’installazione di nuovo verde pubblico che chissà se poi ci sarà davvero.

Intanto altre tre città stanno creando problemi come Lucca, Legnano e Piacenza. A Legnano la Giunta Comunale ha bloccato l’installazione di 4 nuove antenne di Iliad.

Il Comune ha cosi spiegato la decisione: è stata già individuata dallo strumento urbanistico una destinazione pubblica quale verde o parcheggio, tra altro già realizzate nella quasi totalità dei casi, cui la giunta ha deciso di non rinunciare.

Il rifiuto viene spiegato nella delibera, nonostante la giurisprudenza amministrativa ritenga che le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione siano assimilate alle opere di urbanizzazione primaria e che gli impianti in questione e le opere accessorie occorrenti per la loro funzionalità rivestono carattere di opere di pubblica utilità e consentendone quindi la localizzazione in qualsiasi parte del territorio comunale in quanto compatibili con tutte le destinazioni urbanistiche.

E quindi ora che succederà? Il Comune cercherà di individuare nuove aree dove poter installare queste antenne?

In Provincia di Piacenza invece vengono bloccate nuove antenne perchè si ritiene troppo altro il livello di elettromagnetismo ma a questo punto se temono questo non sarebbe meglio rinunciare al telefono cellulare e anche al wifi?

Sono decisioni che ad oggi appaiono davvero incomprensibili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.